Grillenzoni Bottonelli Amalia

Nome: Amalia

Cognome: Grillenzoni in Bottonelli

Luogo e data di nascita: Ferrara, 7 giugno 1812

Luogo e data di morte: Ferrara, 3 gennaio 1891

Attività: Artista, benefattrice, ispettrice di Carità

Luoghi abitati:
Ferrara
 

Biografia

Della vita di Amalia Grillenzoni si conoscono pochi elementi, ricavabili sostanzialmente dai Censimenti della popolazione conservati in Archivio Storico Comunale e dalle lapidi delle tombe di famiglia. Sappiamo che suo padre si chiamava Giuseppe e sua madre Giulia Pensa, milanese di nascita; che era sorella di Carlo Grillenzoni e dunque cognata di Luisa Recalchi; che sposò l’avvocato Alessandro Bottonelli e nel 1861 rimase vedova.
Il suo impegno pubblico si esplicò sia nelle arti che sul versante sociale. In una “Cronaca” di Giovanni Zenca dell’ottobre 1838 viene infatti ricordata per i dipinti su seta e per la capacità di riprodurre fiori con la pittura.
Altri documenti offrono invece la testimonianza di un impegno  nella vita civile. Il suo nome compare infatti, insieme a quello di altre sei donne ferraresi, in un manifesto-appello  stampato il 6 aprile 1848 e indirizzato alle donne della città per chiedere un sostegno agli Asili d’infanzia e alle Case di ricovero e industria.
Sappiamo inoltre che nel 1860, tra il febbraio e il luglio, fu ispettrice di Carità al Conservatorio delle Esposte in S. Cristoforo, che si trovava nell’attuale via Bersaglieri del Po. Nel fascicolo che raccoglie il carteggio relativo alla Commissione delle Ispettrici  di Carità, presso l’Archivio del Centro Servizi alla Persona, è conservata una sua lettera del 13 febbraio 1860 indirizzata al fratello Carlo Grillenzoni, Presidente della Commissione: invitata a farne parte, Amalia chiedeva chiarimenti sul tipo di impegno che la mansione avrebbe richiesto, in modo da valutare la possibilità di conciliarla con il suo ruolo familiare. Non conosciamo la risposta, ma il nome di Amalia compare successivamente nei verbali degli incontri della Commissione.
 
Bibliografia
 
Di Bagno Andrea Carlo, in “Rivista di Ferrara”, anno III, n. 1, gennaio 1935

Zenca Gio. Ant. [sic], “Cronaca. Ottobre 1838”, in “Rivista europea. Nuova serie del Ricoglitore italiano e straniero”, Anno I, parte IV, 1838, p. 250

 
Fonti archivistiche
 
ASASPFe
Archivio Documenti, Fondo Congregazione di Carità, Prot. 1859-1862, b. 1 (Atti interni), f. 8 (Ispettrici di Carità)
 
ASCFe
Sec. XIX, Stato civile – Anagrafe, Registri dei Censimenti generali della popolazione

 

ASMRRFe

Autrice della scheda: Micaela Gavioli, Valentina Vecchiattini

Comments